Termoventilatore o termosifone? Confronto, caratteristiche dei prodotti, pro e contro

Se hai dei dubbi sull’acquisto di un termoventilatore o di un termosifone, niente paura, ti aiutiamo noi! Capire le differenze tra questi due dispositivi per riscaldare l’ambiente è molto importante. Per non fare degli acquisti affrettati e per scegliere sempre con grande consapevolezza, sarà bene conoscere le varie caratteristiche dei due prodotti.

 

Termoventilatore o termosifone: quando usarli

Quando si avvicinano le stagioni più fredde, sentiamo la necessità di accendere i nostri dispositivi per il riscaldamento. In commercio troveremo molti elettrodomestici in grado di venirci incontro erogando aria calda ad alte temperature. Ma ognuno di loro si differenzia nella portata e nella funzionalità, pertanto è bene differenziare le funzioni dei vari dispositivi.

I termosifoni agiscono come impianto di riscaldamento principale di una casa. Si tratta di prodotti da affiggere al muro in tutte le stanze in modo da propagare in modo uniforme il calore. Il loro lavoro in sinergia consentirà alla casa di riscaldarsi per molte ore.

I termoventilatori invece sono dei dispositivi che funzionano in supporto agli impianti di riscaldamento primari. Si tratta di prodotti di varie dimensioni che possono essere sia di tipo portatile che fisso. Vengono utilizzati principalmente quando desideriamo avere una ventata di aria calda in più nelle stagioni fredde. Possono essere adoperati in bagno quando ci prepariamo la mattina, quando siamo davanti la tv, oppure quando trascorriamo un week-end in una casa senza riscaldamenti o in garage.

Ma adesso vediamo nel dettaglio quali sono le differenze tra un termoventilatore ed un termosifone per fare un confronto più rapido.

Termosifone: tutte ciò che devi sapere

Il termosifone, conosciuto anche come calorifero, è l’impianto di riscaldamento primario da utilizzare nelle case, negli uffici o nelle industrie in genere. Di solito si tratta di un elettrodomestico composto da vari moduli, ovvero degli elementi affiancati che vengono aggiunti fino a scegliere la superficie radiante che si desidera. Tali moduli possono presentarsi in differenti materiali: in acciaio, in ghisa o in alluminio.

Il costo di un termosifone dipende di solito dal numero di elementi che lo compongono, dalla dimensione e dal materiale da cui è composto. I termosifoni vengono affissi uno per camera, questi poi vengono collegati ad una caldaia tramite alcuni tubi. La caldaia, usando delle pompe, immette acqua calda al termosifone. La caldaia perciò rappresenta il cuore pulsante di un calorifero. Potremo anche impostare un termostato che recepisce la temperatura raggiunta regolandone l’accensione o lo spegnimento.

Oltre ai caloriferi a caldaia potremo acquistare anche dei modelli elettrici, questi si riscaldano mediante una resistenza interna che innalza la temperatura dell’acqua o dell’olio presente nel prodotto. I termosifoni di solito vengono posizionati nella parte bassa della parete, ma possono essere posizionati anche a terra.

Inoltre dispongono di alcune importanti manopole che regolano il corretto funzionamento del dispositivo. Lo spurgo è una valvola che consente di togliere l’aria accumulata durante la lavorazione, il detentore regola la circolazione dei fluidi. Poi c’è la valvola termostatica, posta all’entrata del termosifone, la quale limita la portata del fluido all’ingresso ed infine un tappo che chiude le uscite non adoperate.

Varie tipologie di termosifone

Potremo scegliere tra diversi modelli di termosifone. Il più noto è lo scaldasalviette, si chiama così perché ha una particolare forma che consente di poggiare sopra anche gli asciugamani o i teli. Di solito viene collocato in bagno e ci consentirà, oltre a riscaldarci, di asciugare i nostri asciugamani in modo istantaneo. Questi prodotti si presentano nel formato ad acqua o a olio e ad acqua.

Un altro modello di termosifone che potremo trovare nei negozi è il radiatore tubolare. Si tratta di un prodotto in ghisa che ci consentirà una maggiore manutenzione e pulizia. Infine troveremo il termosifone con le piastre, generalmente in acciaio. Si tratta della tipologia di calorifero più diffusa ed anche più efficiente.

Termoventilatore: tutto ciò che devi sapere

I termoventilatori, a differenza dei termosifoni, sono dei sistemi di riscaldamento di tipo secondario. Questi prodotti infatti funzionano in ausilio agli impianti di riscaldamento più potenti. Si tratta di dispositivi elettrici da collocare sulle superfici, a terra oppure direttamente sulle pareti. Si presentano in varie dimensioni e in differenti funzionalità, starà a noi scegliere qual è il modello più adatto a noi.

I termoventilatori possono essere portatili e fissi. Quelli da trasportare in una stanza all’altra hanno delle dimensioni ridotte. Sono formati da una scocca esterna molto resistente e nella parte anteriore c’è una griglia attraverso la quale avviene lo scambio d’aria.

Dietro la griglia c’è una ventola, o un turbine, e dietro ancora vi è una resistenza incandescente. All’accensione del prodotto, le ventole iniziano a girare risucchiando l’aria dell’ambiente esterno. Questa viene poi a contatto con la resistenza e si surriscalda. L’aria viene poi rigettata all’esterno ad una temperatura molto più elevata.

Vari modelli di termoventilatori

In commercio troveremo differenti modelli di termoventilatori, ciascuna tipologia si adatterà meglio alle nostre esigenze.

I termoventilatori da tavolo sono i modelli da collocare sulle varie superfici, i tavoli, le lavatrici o le sedie. Si tratta di dispositivi dalla portata bassa, sono molto economici ed hanno una potenza che va dai 900 Watt ai 2000 Watt. Non hanno molte funzionalità ma sono molto efficaci, tuttavia si consiglia di utilizzarli per poche ore. Il loro costo si aggira tra i 20 euro e i 40 euro.

I modelli da terra invece sono i termoventilatori a torre. Si presentano in una forma allungata e verticale, poggiano direttamente su un basamento o su dei piedini antiscivolo. Possono essere collocati nei vari angoli delle stanze e potremo anche regolare la direzione del calore. Questi modelli dispongono di funzionalità maggiori, come la modalità eco per il risparmio energetico e potremo regolare anche il livello di temperatura. Si collocano in una fascia di prezzo media che va dai 30 ai 60 euro ed hanno una potenza che parte dai 1000 Watt e raggiunge i 2500 Watt.

Gli ultimi termoventilatori che vi presenteremo sono quelli da parete. Si tratta di dispositivi più importanti da affiggere sia sulla parte alta del muro che in quella mediana. Hanno la forma di un parallelepipedo e assomigliano a dei classici condizionatori. Dispongono di funzionalità davvero performanti, come l’accensione e lo spegnimento automatico, la regolazione della temperatura e la modalità eco.  La loro potenza è molto più alta rispetto agli altri modelli e raggiunge anche i 3000 Watt. Pertanto la fascia di prezzo in cui si collocano è più alta. Troveremo modelli da parete sia tra i 100 e i 300 euro e sia oltre i 400 euro. Vedere sempre i prezzi sui siti dei produttori perché per natura sono soggetti a cambiamenti, per questo indichiamo solo fasce molto approssimative.

Confronto tra termoventilatore e termosifone

Se vogliamo fare un confronto rapido tra un termoventilatore ed un termosifone dovremo tenere a mente un passaggio molto chiaro. Il termosifone può funzionare da solo, poiché rappresenta un impianto di riscaldamento di tipo principale. Ma il termoventilatore, a meno che non ci troviamo in una situazione temporanea come nella casa in montagna, non può funzionare da solo! Questo infatti si aziona sempre per supportare l’azione del termosifone.

Bisogna precisare che i termosifoni sono la migliore scelta di sempre per riscaldare una casa. Ma se questi non riescono a riscaldare tutta la casa, magari perché abbiamo delle stanze troppo grandi con pareti alte o perché ci sono troppi spifferi, allora potremo ricorrere a dei termoventilatori per aumentare la potenza riscaldante. Queste piccole stufe elettriche potranno essere collocate nelle stanze più fredde e supportare il lavoro dei termosifoni.

Laureata in Lingue e Giornalismo sono da sempre appassionata di scrittura e di tecnologia. Con il passare del tempo ho cercato di unire queste due realtà ed ho iniziato a scrivere di dispositivi elettronici e prodotti casalinghi. Da anni scrivo per vari siti dedicati alla casa e molti altri settori. Amo la scrittura in ogni sua forma, da quella giornalistica a quella in ottica Seo. Appassionata di letteratura, sport e cinema, mi impegno ogi giorno per scoprire nuove curiosità da raccontare.

Classifica dei Migliori Prodotti

Back to top
Apri Menu
sceltatermoconvettori.it